Menu
Trip

Le Pianezze

Alla fine di Febbraio di quest’anno ha smesso di piovere e, mentre la primavera tornava timida ma in anticipo ad affacciarsi sulle nostre vite, noi tornavamo a cercare un inverno, quest’anno arrivato solo parzialmente, sulle cime delle montagne attorno a noi. E così in una domenica di Febbraio salimmo su quello che è il primo monte che si incontra arrivando dalla pianura trevigiana ad Est del fiume Piave, ovvero il monte Cesen. Dopo essere passati per Valdobbiadene, comune famoso per essere il produttore del famoso prosecco, si sale verso le Pianezze, e dopo aver percorso in auto una strada tutto sommato abbastanza agevole e ricca di tornanti si giunge alla cima del Cesen, se non si ha la sfortuna di trovare la strada chiusa per neve. Insieme a noi si era fermata un sacco di altra gente, ma noi a differenza di molti siamo saliti lo stesso verso la cima e, a tratti in compagnia di anziani e simpatici camminatori, a volte di piccoli cani obesi che trotterellevano sulla neve, abbiamo raggiunto la malga che sta sulla cima, non privandoci al ritorno di alcuni fuoripista a caccia di natura selvaggia e lunghe discese su infinite pareti inclinate con aderenza molto relativa, fino a dove finiva la neve e ricominciava la primavera.


At the end of February of this year the rain stopped, and the spring came back timid but in advance, and we walked on the tops of the mountains around us. And so one Sunday in February we went up on Mount Cesen. After crossing Valdobbiadene, town famous for being the producer of the famous Prosecco, we climb to the Pianezze and then to the summit of Cesen between snow and steep slopes.

Pentax K5 e VSCOfilm Superia 1600